Cappella dei Pazzi: un gioiello a Santa Croce

Cappella dei Pazzi Firenze

La cappella dei Pazzi è una meravigliosa architettura rinascimentale che si trova a Firenze, nel primo chiostro della basilica di Santa Croce.
Oggetto di una storia travagliata durata quarant’anni, la cappella dei Pazzi è stata commissionata a Brunelleschi da Andrea De’ Pazzi nel 1429 e non è mai stata completata.

Cappella dei Pazzi il capolavoro di Brunelleschi

Cappella dei Pazzi Interno Fireze
Diritti d’autore

Nonostante la costruzione della cappella sia proseguita per lungo tempo anche dopo la sua morte, è Filippo Brunelleschi che, più di tutti, ha dato l’impronta a quest’opera, lavorando su proporzioni armoniose provenienti dal mondo antico, soprattutto greco, con precisi rimandi e ispirazioni.

Utilizzata come Capitolo, ovvero luogo di adunanza, dai Frati di Santa Croce, la cappella dei Pazzi ha una pianta rettangolare, costituita da uno spazio quadrato con cupola a ombrello e affiancato da due ali con volte a botte.

Perché vale la pena di vederla:

  • I contributi artistici. Oltre a Brunelleschi, molti altri artisti di spicco hanno lavorato alla costruzione della Cupola. Parliamo di Giuliano da Maiano, a cui si devono la cornice e i battenti del portone, e Luca della Robbia che ha realizzato il rilievo con Sant’Andrea in Trono e i tondi di terracotta invetriata con gli Apostoli.
  • L’eleganza sobria delle proporzioni. I rapporti tra i volumi dell’edificio sono perfettamente bilanciati, il senso di equilibrio e di armonia è la prima sensazione che si prova appena entrati nello spazio sacro della Cappella dei Pazzi.
  • ll portico Anteriore. Rimanda all’architettura classica, agli archi di trionfo romani, con sei colonne corinzie di pietra serena.
  • La volta stellata. Una rappresentazione del cielo orna la cupoletta sopra l’altare, con le costellazioni che transitavano sopra Firenze il 4 Luglio 1442. Come mai proprio quella data? Ricorda la venuta di Renato d’Angiò, visto come il condottiero giusto per una nuova Crociata.

    La cupoletta interna, opera di Luca della Robbia. Fonte: Wikipedia

Cappella dei Pazzi orari

La cappella dei Pazzi di Firenze rispetta gli stessi orari del complesso di Santa Croce:

  • Dal Lunedì al Sabato dalle 9:30 alle 17:00.
  • La Domenica e durante le festività di precetto dalle 14:00 alle 17:00.
  • La biglietteria chiude alle 17:00, mentre il Complesso chiude alle 17:30.

Sul sito del Complesso di Santa Croce potete acquistare i biglietti direttamente online.
Per arrivare alla cappella dei Pazzi potete usare i piccoli autobus elettrici delle linee ATAF C1, C2, C3 e Nottetempo, oppure un taxi, da prenotare ai numeri: 0554242, 0554798, 0554390.

Diritti d’Autore Immagine evidenza
Cappella dei Pazzi: un gioiello a Santa Croce ultima modifica: 2017-02-10T08:00:58+00:00 da Redazione

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *