Firenze, cosa visitare: il Mercato Centrale

Luoghi da visitare a Firenze mercato Centrale

Il Mercato Centrale di San Lorenzo è una delle tappe irrinunciabili per chi sceglie di visitare la città di Firenze. Eretto nel 1874, sotto la guida dell’architetto Giuseppe Mengoni, questo luogo raccoglie lo spirito dell’intero capoluogo fiorentino. Si trova a pochi passi dal Duomo e dalla Stazione di Santa Maria Novella e la struttura è stata realizzata in vetro e ghisa e presenta grandi logge ed archi che ne rendono maestosa e imponente la figura. Per la sua realizzazione, l’architetto si è ispirato al mercato in ferro battuto Les Halles di Parigi.

Il Mercato in realtà si compone di due parti: all’interno della struttura c’è il mercato coperto, quello propriamente chiamato come Mercato Centrale. A livello strada invece abbondano le classiche bancarelle specializzate nella vendita di oggettini, pezzi d’antiquariato e capi d’abbigliamento. Queste si dislocano intorno all’edificio, tra piccole viuzze ed angoli di strada, creando un’atmosfera molto suggestiva. Sono il luogo ideale per acquistare souvenir e portare a casa un ricordo della città.

Il Mercato Centrale situato all’interno, si sviluppa su due grandi livelli interamente dedicati al cibo. Puoi girare tra una bottega artigiana e l’altra, acquistando prodotti tipici locali, dai formaggi alla pasta fresca, dalla carne al pesce, solo per citarne alcuni. Questa è una meta molto frequentata non solo dai turisti, ma anche dalle persone del luogo che se ne servono per fare la spesa. Qui potrai respirare a pieno il senso della quotidianità a Firenze.

Si accede all’interno da due diversi ingressi: Piazza del Mercato Centrale o Via di Ariento. Il Mercato è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 7 di mattina fino alle 2 del pomeriggio. Il sabato effettuano invece orario continuato dalle 7 di mattina alle 17, eccetto nel periodo estivo.

Da vedere a Firenze: il secondo piano del mercato centrale

Photo Credit

Il secondo piano è stato oggetto di recente ristrutturazione ed è stato inaugurato solo nel 2014. Spazia su 3000 metri quadrati dove è possibile visitare le bancarelle delle piccole botteghe e fermarsi a pranzare. Ci sono infatti 500 posti a sedere dove poter gustare le prelibatezze toscane e nazionali. Qui si può gironzolare tutti i giorni dalle 10 di mattina fino a mezzanotte. Un vero e proprio centro nevralgico che raduna i turisti interessati a scoprire da vicino la gastronomia italiana. Questo livello è difatti dedicato ai prodotti artigianali nazionali, un vero e proprio museo del cibo dal vivo. Potrai assaggiare quindi la mozzarella di bufala campana sorseggiando un buon bicchiere di Chianti.

Il Mercato Centrale di Firenze è sicuramente una meta fondamentale per ogni buon viandante. Qui si respira a pieni polmoni il profumo del cibo genuino e antico: si possono scambiare quattro chiacchiere con i commercianti che hanno saputo mantenere vive le tradizioni di un tempo e scoprire i segreti dei loro prodotti. Questo luogo è un tripudio di colori, allegria, divertimento e amore per i propri luoghi. Sarebbe davvero un peccato non includerlo nel tuo itinerario!

Photo Credit

Firenze, cosa visitare: il Mercato Centrale ultima modifica: 2017-02-24T10:13:58+00:00 da Redazione

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *